Non c’è una via per la felicità, la felicità è la Via!

In questa meravigliosa frase attribuita a Buddha è contenuto il vero valore della pratica della nostra disciplina. Spesso si usa dire che occorre mantenere negli anni la mente del principianti, concetto espresso con la parola giapponese “Shoshin”. Per mente del principiante si intendono tante cose, ma quello che a mio parere ha più valore è proprio l’entusiasmo che una persona impiega quando inizia una disciplina, quella gioia di scoprire, anche quando significa apprendere i difficili rudimenti della tecnica, il piacere di avere a che fare con l’altro, nel quale vediamo la più grande opportunità di crescita, del quale, all’inizio accettiamo tutto perché ci può insegnare tutto. E questo è camminare sulla via, avere il sole dentro e fuori, gioire di ogni passo senza avere l’assillo della meta senza nemmeno vederla la meta, in nome della quale spesso si sacrifica il presente e tutta la sua ricchezza. La felicità è nel cammino, per questo le discipline marziali giapponesi si chiamano Budo, parola composta da due ideogrammi, il primo che significa Marziale e il secondo che significa “Strada”.
  

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s